"WWW.STUDIOLEGALEBUONOMO.IT": CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE DEL SITO

Previous page | 1 | Next page
Facebook   Termine per notifica verbale accertamento da parte dell'InpsLast Update: 4/2/2014 6:34 AM
Author
Vote | Print | Email Notification    
*******
OFFLINE
Post: 23
Post: 23
Registered in: 10/14/2011
Location: NOCI
Age: 30
Gender: Male
11/23/2011 9:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Dopo quanto tempo si può proporre ricorso giudiziario in caso di assenza di notifica del verbale di accertamento da parte dell'Inps ?
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
11/24/2011 8:25 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

L’art. 1, comma 3, del D.P.R. 698/1994 stabilisce che “il procedimento relativo all’accertamento sanitario del grado di invalidità civile deve concludersi entro nove mesi dalla data di presentazione della domanda”.
Quindi, passati 270 giorni si può tranquillamente ricorrere avverso la mancata decisione.
Qualche collega ritiene (non a torto) che l'azione legale sia procedibile addirittura decorsi 120 giorni, ma c'è sempre il rischio di trovare un Magistrato con parere difforme che potrebbe creare problemi.
Saluti,
Carmine Buonomo

[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

*******
OFFLINE
Post: 23
Post: 23
Registered in: 10/14/2011
Location: NOCI
Age: 30
Gender: Male
11/24/2011 8:57 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Gent.mo Avvocato Buonomo,
potrebbe darmi i riferimenti normativi sulla base dei quali potrebbe ritenersi ammissibile il ricorso anche solo dopo 120 gg.
Grazie ancora.
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
11/24/2011 12:39 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Certo,

Art. 44, comma 4, Legge 326 del 24/11/2003

"L'azione giudiziaria relativa al pagamento degli accessori del credito in materia di previdenza ed assistenza obbligatorie, di cui al primo comma dell'articolo 442 del codice di procedura civile, può essere proposta solo dopo che siano decorsi 120 giorni da quello in cui l'attore ne abbia richiesto il pagamento alla sede tenuta all'adempimento a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento, contenente i dati anagrafici, residenza e il codice fiscale del creditore, nonche' i dati necessari per l'identificazione del credito"

Carmine Buonomo

[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

*******
OFFLINE
Post: 23
Post: 23
Registered in: 10/14/2011
Location: NOCI
Age: 30
Gender: Male
11/24/2011 3:22 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Prima di tutto infinitamente grazie per le risposte sempre estremamente precise e puntuali.
In secondo luogo, se ho ben capito, secondo alcuni per giustificare la proponibilità del ricorso dopo 120gg, si equipara la racc. di richiesta dei pagamenti di cui alla l. 326 alla domanda amministrativa. Giusto?
In ogni caso se il Giudicante non dovesse condividere potrà dichiarare improcedibile il ricorso e, dunque, se successivamente venisse notificato il verbale di acc. come si dovrà procedere?
[Edited by elenaefede 11/24/2011 3:23 PM]
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
11/24/2011 6:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Perfettamente!!!
In caso di declaratoria di improcedibilità, potrà comunque essere impugnato nei 180 giorni il successivo verbale.

Carmine Buonomo
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

*******
OFFLINE
Post: 23
Post: 23
Registered in: 10/14/2011
Location: NOCI
Age: 30
Gender: Male
11/30/2011 3:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Gent.mo Avvocato,
in base a quanto fin qui detto, essendo per me la prima volta che procedo al ricorso in assenza di notifica del verbale di accertamento, Le chiedo: dovrò inserire qualche formula particolare nella redazione della atto? Ci sono accorgimenti particolari che può darmi in merito?
Nel mio caso sono trascorsi 220 gg, dalla domanda amministrativa.
grazie ancora.
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
11/30/2011 5:18 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Nei miei ricorsi inserisco la seguente dicitura:

" è decorso infruttuosamente il termine di cui all’art. 1, comma 3, D.P.R. 698/1994 (“il procedimento relativo all’accertamento sanitario del grado di invalidità civile deve concludersi entro nove mesi dalla data di presentazione della domanda”) atteso che a tutt’oggi l’istante non ha ancora ricevuto la convocazione per la visita medica e/o non gli è stato ancora comunicato l'esito del provvedimento emesso in sede amministrativa";

Per il resto il ricorso è uguale agli altri.

Saluti, Carmine Buonomo
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

*******
OFFLINE
Post: 23
Post: 23
Registered in: 10/14/2011
Location: NOCI
Age: 30
Gender: Male
11/30/2011 7:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Nel mio caso, se decidessi di proporre l'azione, essendo passati solo 220 gg., dovrei inserire una dicitura del tipo: "è decorso infruttuosamente il termine di cui all'art. 44, comma 4, Legge 326 del 24/11/2003, atteso che al ricorrente non è stato ancora comunicato l'esito del provvedimento emesso in sede amministrativa"
In ogni caso non sono convinta se procedere in tal modo o aspettare gennaio 2012 con necessario accertamento tecnico preventivo.
Cosa mi consiglia?
[SM=g27995] [SM=g27995] [SM=g27995]
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
12/1/2011 8:26 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Personalmente aspetterei i 270 giorni, anche se la scadenza di tale termine coinciderà con la vigenza del tanto temuto ATP.
In ogni caso, se desideri agire subito, la dicitura è perfetta!!!

Carmine Buonomo
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

*******
OFFLINE
Post: 23
Post: 23
Registered in: 10/14/2011
Location: NOCI
Age: 30
Gender: Male
12/12/2011 4:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Gentilissimo Avv. Buonomo, tornano sul tema della proponibilità e della procedibilità della domanda giudiziaria in assenza di notifica di verbale, vorrei segnalarle e, soprattutto, chiederle il suo parere sulla sentenza della Corte d'Appello di Bari, Sez. lavoro, 27/06/2008 di cui di seguito, per brevità,riporto la massima:
"Il procedimento volto alla concessione della indennità di accompagnamento ad invalido civile è preceduto da una ampia e complessa procedura amministrativa la quale, per effetto del combinato disposto degli artt. 3 e 4, D.P.R. n. 698 del 1994 - modificati dal comma terzo dell’art. 130, D.Lgs. n. 112 del 1998 - consente all’amministrazione uno spatium deliberandi composto di una doppia fase di nove mesi per l’accertamento del requisito sanitario da parte delle commissioni mediche e di sei mesi per la concessione e il pagamento del beneficio da parte dell'I.N.P.S. A tali momenti possono ancora aggiungersi due mesi di eventuale sospensione per ciascuna delle due fasi, oltre il tempo, non regolato da un limite massimo, perché la domanda dell’interessato e il verbale di accertamento sanitario siano trasmessi dalle commissioni mediche all'ente erogatore. Ciò posto, la peculiare complessità e la eccessiva durata di tale procedura pongono il problema della sua compatibilità sia con il termine di 120 giorni dalla richiesta, fissato dall’art. 7 della L. 11 agosto 1973, n. 533, per la formazione del silenzio rifiuto sull’istanza presentata agli istituti assistenziali e previdenziali e la debenza degli accessori sui ratei arretrati (ove la prestazione spetti),sia con il termine di 180 giorni, avente uguale decorrenza, contemplato dall’art. 443, comma primo, c.p.c. ai fini della procedibilità della domanda giudiziaria. In relazione a tale ultima questione – sollevata dall’istituto nella specie, la quale potrebbe al più dar luogo ad improcedibilità della domanda ma non certo ad improponibilità della medesima – posto che gli artt. 3 e 4 del D.P.R. n. 698 del 1994 e l’art. 130 del D.Lgs. n. 112 del 1998 non pongono termini espressamente finalizzati a dilazionare il ricorso al giudice, limitandosi a dettare i tempi dell’azione amministrativa di vaglio della richiesta di sussidio, deve ritenersi che la proponibilità della domanda giudiziaria dipenda solo dalla proposizione della originaria e necessaria istanza amministrativa ex art. 7, L. n. 533 del 1973" (App. Bari, Sez. lavoro, 27/06/2008)
Nel caso di specie la Corte ritiene, inoltre, che la domanda sia anche procedibile poichè risultano trascorsi i 180 gg. di cui all'art. 443 cpc.
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
12/13/2011 5:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

E' un precedente interessante, ma come tale è liberamente valutabile dal Giudice.
Resto comunque fermo nel mio convincimento che prima di inziare un'azione legale bisogna aspettare il termine di 9 mesi.
Saluti, Carmine Buonomo
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

*******
OFFLINE
Post: 38
Post: 38
Registered in: 11/6/2012
Age: 33
Gender: Female
3/27/2014 10:59 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

E se l'assistito sostiene di non aver ricevuto il verbale, ma da verifica del patronato risulta che il procedimento amministrativo si è concluso con il rigetto della domanda? Ritenete comunque possibile introdurre il giudizio, una volta trascorsi nove mesi dalla presentazione della domanda? E se si, sempre con atp, trattandosi del riconoscimento del requisito sanitario?
Grazie mille.
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
4/1/2014 7:37 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Certo che è possibile.
Ovviamente a mezzo di ATPO.
Carmine Buonomo
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

*******
OFFLINE
Post: 38
Post: 38
Registered in: 11/6/2012
Age: 33
Gender: Female
4/1/2014 9:47 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Grazie. Anche se non so ancora quanto tempo sia passato dalla domanda amministrativa... Vale il discorso che in mancanza di comunicazione dell'esito della visita, il termine di sei mesi per l'atpo non inizia a decorrere e il procedimento amministrativo non si può dire correttamente concluso. Corretto?
*******
OFFLINE
Post: 3,939
Post: 3,286
Registered in: 3/16/2008
Location: FRATTAMAGGIORE
Age: 37
Gender: Male
Job/occupation: Avvocato previdenzialista
4/2/2014 6:34 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Esattamente.
Carmine Buonomo
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/18/1095026470.png[/IMG]

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:06 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com

"WWW.STUDIOLEGALEBUONOMO.IT": CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE DEL SITO